Grinta e tenacia. La Virtus f suoi i tre punti in palio contro il Cormano.


Di Armando Oliverio 22-01-2015 1485 1

Stoica vittoria per i padroni di casa che in nove contro undici stendono 3 a 0 il Cormano. Una vittoria che f morale e allontana gli uomini di mister Petro dalla zona calda della classifica. Al vantaggio di Loyola, si sommano il rigore realizzato da Gnoli (che in precedenza aveva sbagliato un penalty) e lennesimo gol di L. Oliverio. Finiscono la gara anzitempo per doppia ammonizione Sartorio e A. Oliverio (protagonista dopo lespulsione di scene da far west).

SCAGLIA : 7 Sicuro e deciso, nonostante la sua squadra perda col tempo mezza difesa, corre pochi pericoli che sventa con personalit e decisione. Bene nelle uscite, ottimo tra i pali. SARACINESCA

SARTORIO: 6,5 Dietro ha trovato la giusta continuit ed anche lo smalto dei tempi migliori. Sicuro ed insuperabile . ma quando ci accade, puntualmente lesperto terzino usa la sua mossa preferita: tackle scivolato e perone asportato. La combo tackle+perone comporta un doppio giallo che porta il Cosmin Contra dellAltomilanese direttamente SOTTO LA DOCCIA. KILLER

REDAELLI: 7 Domenica di straordinari per sentenza Reda che si vede mancare prima Sartorio e poi A. Oliverio. Il giovane centrale esegue per il suo lavoro con grinta ed esperienza dimostrando di non esser pi solo una giovane promessa. MESTIERANTE

A.OLIVERIO: 6,5 Partita pulita e corretta la sua sul campo di calcio. Chiude ogni spazio agli avversario e garantisce protezione alla retroguardia biancorossa. Sul ring da invece il meglio e il peggio di se: minuto 48, simulazione dellattaccante avversario e secondo giallo per il difensore di casa che cos si trasforma in Rocky Balboa. Al grido di ho preso la pallaaaaa stende lavversario con un gancio destro innescando la solita rissa da saloon. BUD SPENCER

DI BENEDETTO: 7+ Con lennesima ottima prestazione il Roberto Carlos della Pianura Padana zittisce definitivamente le malelingue che ad inizio stagione avevano criticato la societ il suo acquisto a parametro zero. In barba ai mass media, il vulcanico esterno basso si disimpegna ottimamente sia in fase difensiva sia in quella offensiva. Stupisce tutti il suo aplomb inglese che gli consente di rimanere in campo quando i cartellini piovono dal cielo come gli insulti al maglione di camponi. LORD

PARINI: 7 Anno nuovo vita nuova. La bionda ala con la faccia da ragazzo della porta accanto torna a giocare ad ottimi livelli nonostante dopo venti minuti venga arretrato sulla linea difensiva. Ottimo in entrambe le fasi, dimostra di saperci fare anche da terzinaccio mostrando buoni rudimenti di ignoranza. RISORTO

ARIOLI: 7+ Il capellone della Val Seriana sprizza lampi di luce radiosa per tutta la partita. Il top player tanto discusso nella prima parte di stagione, ha mostrato al pubblico i motivi del suo acquisto e del suo lauto stipendio. Perfetto sia in fase di rottura che in quella di impostazione. Nel finale si innervosisce e negli spogliatoi gli viene iniettato un litro di birra direttamente nelle vene per farlo calmare. XABI ARIOLI

BORCHETTA: 7 Con la squadra si ritrova prima in 10 e poi in 9 intuisce che non baster la sua consueta grinta per portare a casa la vittoria, quindi ci mette tutto il carico dignoranza. Poca impostazione e tanta, tanta, tanta sostanza. Sradica tutta i palloni dai piedi avversari e rincorre tutti gli avversari manca avessero addosso il maglione viola di Camponi. RINGHIO

LOYOLA: 7,5 El Loco tornato! Nonostante le nottate passate a studiare calabrese nei peggiori bar di Crotone, la freccia sudamericana ha la punta ben affilata e pronta a colpire. Trova il golazo ad inizio partita e poco dopo e solo un miracolo del portiere a fermalo. Costantemente indiavolato su quella fascia, fa venire il mal di testa ai difensori avversari, costretti a chiamare il time out per prendersi lOKI. TOP PLAYER

GNOLI: 7 Buona prestazione per il Bobo Vieri vittuonese. Si muove su tutto il fronte offensivo garantendo protezione al centrocampo e tanta qualit nei continui assist che sforna per Benenati, Loyola e Parini. Unica pecca, il rigore sbagliato nel primo tempo, anche se loccasione per rimediare arriva nella ripresa, quando trasforma il rigore del raddoppio. GIGANTE

BENENATI: 7 Prova subito a confondere larbitro narrndogli la sua difficile vita nei quartieri messinesi. Poi in campo si dimostra giocatore di levatura internazionale. Si muove per tutta la partita dimostrando di essere tornato ai livelli del 2008/09 quando fu protagonista del suo personalissimo triplete Gara di Rutti, Salsiccia DOro e Fumatore dellAnno 2009. Si guadagna un rigore con lastuzia di Michelazzi nel rubare le fette di torta ai compleanni e crea continui pericoli ai cormanesi. ASTUTO

L. OLIVERIO: 7+ Novit dellultimo minuto, la pulce ceranese ha superato in scioltezza il suo pi ostico rivale: lesame del piscio. Svanita la paura, entra col morale alle stelle penetrando nella difesa avversaria come le frasi di Miche nel cuore delle adolescenti. Si guadagna il rigore del raddoppio e infine zigzagando tra gli avversari meglio di Tomba (lo sciatore ) mette in cassaforte il risultato. SLALOM GIGANTE

INDIVIGLIA: 7 Entra al posto di Parini e dimostra di aver smaltito tutti gli after delle vacanze natalizie. Tiene la posizione e non viene saltato neanche quando lavversario gli propone due drink omaggio per il Dark Said del sabato dopo. ROCCIOSO

CAMPONI: 7 Big Daddy tornato! Dopo 4 mesi di totale astinenza, il detentore del record di scivolate della OPEN B ha rimesso i piedi in campo. Subentra a dieci minuti dal termine per dar manforte alla squadra e si destreggia egregiamente collezionando anche uno scontro aereo con Scaglia. Ma il suo posteriore, lievitato enormemente durante la sosta, attutisce latterraggio al suolo. PARAURTI

TOMBA: 6,5 Prende il posto di Xabi Arioli e ne eredita la capacit di impostazione. Utile per il possesso palla finale ma commette lerrore di rubare la punizza a Gary. Per questo probabilmente dovr aspettarsi un atroce vendetta. MARAVILLA

GARAVAGLIA: 6,5 Ancora una volta la sua leggendaria punizza dovr attendere e covare nellombra la sua straordinaria potenza. Per il momento ci si accontenta di vedere il superbo centrocampista accarezzare il pallone come solo potrebbe fare Lazzarini davanti ad un libro di statistiche sugli infortuni stagione 57/58. DELIZIOSO

MORASSO&LAZZARINI: 10 Come la media di insulti al minuto rifilati allarbitro. Entrambi cercano un modo per raggiungere i loro compagni espulsi senza per ottenere lagognato cartellino. ULTRAS

IL VOLO DI PIER: 10 LODE Quando vede Camponi rotolare a terra si lancia con la velocit di Jay che scappa dai narcotrafficanti. Il risultato un capolavoro del salto con la borraccio che gli garantisce la medaglia dargento e laccesso alle prossime Olimpiadi. ATLETA

CARTELLINO AZZURRO: 8,5 Nato da un rapporto incestuoso tra il fondatore del CSI e Paolo Brosio durante una sbronza al campo estivo. Questo misterioso fenomeno architettonico si manifesta 1 volta ogni 10 anni in casi di eccessi di nervosismo o quando il vociferare di Lazzarini supera la barriera del suono. Il raro evento si presenta a met del secondo tempo e porta con se un accrescimento dellodio nei confronti del prossimo e il moltiplicarsi degli epiteti nei confronti dellaltissimo. LEGGENDARIO



COMMENTA L'ARTICOLO


COMMENTI
    Commenti:
  • Profile Avatar

    Pagellone top sta settimana🔝🔝🔝🔴⚪️🔴⚪️