La Virtus passa: Usmate battuto 4-1.


Di Simone Borchetta 18-11-2013 1366 2

Usmate, 60 chilometri da casa. Il pareggio di domenica scorsa contro il Trenno risultava ancora pi amaro visto il pareggio della capolista. Si potevano accorciare le distanze, ma si rimasti a 5 punti dal primato. Per non perdere il treno contro l'Usmate Velate era obbligatorio vincere e cosi stato con un convincente 4-1. Virtus in campo con il solito 4-4-2. Scaglia in porta. In difesa Borchetta, Armando, Redaelli e Camponi. A centrocampo Parini, Cassani, Oldani e Jefferson. In attacco Gnoli e Oliverio.

1 Tempo : 20' L.Oliverio

Virtus cheparte all'attacco, ma non trova il goal. Usmate che si sveglia dal torpore domenicale e comincia a rendersi pericolosa con qualche imbucata sulle fasce. Virtus che prova a reagire, ma viene infilata. Redaelli rinvia centralmente su un avversario che lancia la fascia che si trova a tu per tu con scaglia. Fendente perfetto e usmate in vantaggio per 1-0. Jefferson prova ad accorciare, ma il portiere avversario gli nega la gioia del gol. Virtus che spinge senza successo, ma il gol nell'aria e arriva su calcio d'angolo. Parini disegna una parabola perfetta e L.Oliverio insacca con facilit. Pareggio raggiunto e partita rimessa in carreggiata. Da segnalare che la Virtus non segnava su calcio d'angolo dal '63. Biancorossi che ora fanno la partita e sfiorano il gol del vantaggio con varie incursioni. Ci sarebbe un rigore nettissimo su Lucio, ma l'arbitro non fischia. Il primo tempo si conclude cosi sul risultato di 1-1.

2 Tempo : 38' Gnoli, 46' L.Oliverio, 55' Gnoli

Nella ripresa virtus all'attacco alla ricerca della vittoria. Vantaggio che arriva su una precisa punizione di Gnoli abile a trovare il palo giusto. 2-1 e partita in discesa. Poco dopo arriva il terzo gol siglato sempre da Lucio lanciato a rete da Gnoli. Avversari che provano a reagire e a rendersi pericolosi con qualche contropiede che non v mai a buon fine. Cassani potrebbe chiudere definitivamente la partita, ma spara alto da solo davanti al portiere. Nel finale la virtus addomestica, ma un spiacevole episodio macchia il finale di gara. Armando cadendo a terra si f male ad una mano, Lazzarini invece di butttare fuori la palla lancia gnoli con la squadra avversaria completamente ferma. Ambro insacca e l'arbitro incredibilmente convalida il gol generando le proteste avversarie. A niente vale la proposta di farli segnare immediatamente, ormai il danno fatto. In questo strano csi, non si pu rimediare al danno nemmeno attraverso un autogoal. Lo definiscono antisportivo, quando in realt dovrebbe prevalere il buon senso per cancellare un brutto episodio finale. Avversari giustamente arrabbiati e partita che termina sul 4-1.

Conclusioni

Con questa vittoria la virtus si porta a 14 punti in sette gare. La prossima domenica gli uomini di mister mella se la vedranno contro l'Ausonia. Niente sconti, bisogna vincerle tutte fino allo scontro diretto contro il San Carlo Macherio.La prossima gara potrebbe essere molto interessante dal punto di vista statistico. Dall'esordio della Virtus nei campionati a 11 sono passati quasi 5 anni. Il primo gol stato siglato da Marco Oldani contro il seguro, il 100 da Matteo Magistrelli contro i Lions e il 200 ? Siamo a 198 gol e domenica qualcuno potrebbe mettere il suo nome in questa speciale classifica. Ricordo a tutti qualche statatistica. La virtus ha giocato 111 (41V , 16 N, 52P)partite collezzionando 139 punti. I gol fatti sono per l'appunto 198, mentre quelli subiti sono 207. Appuntamento a domenica. Tutti al comunale di Sedriano. Buona settimana a tutti.



COMMENTA L'ARTICOLO


COMMENTI
    Commenti:
  • Profile Avatar

    Vittoria della virtus, ma sconfitta della sport! Male Male col fair play!

  • Profile Avatar

    Dai ragazzi questa domenica scendiamo come leoni a vincere questa partita !!!