La Virtus non molla mai. Battuto l'Usmate allo scadere


Di Simone Borchetta 25-02-2014 1328 0

Nel calcio bisogna lottare sempre, anche quando sembra che tutto sia perduto. E questa la frase che compare in copertina nel nostro sito e che descrive al meglio la partita di questultima domenica. Purtroppo causa scarso tempo, mi son dedicato ben poco agli articoli dopo le feste natalizie. Dallanno prossimo cercher di coinvolgere pi gente possibile nella stesura delle cronache per dare il giusto resoconto a chi ci segue con tanta passione. Ripartiamo da dove ceravamo fermati. Dopo la vittoria contro lUSOB la virtus incappata nella sconfitta contro la capolista San Carlo Macherio. Un 2-1 amaro, con Morasso che siglando il gol del pareggio aveva illuso i biancorossi. Proprio allo scadere era arrivata la beffa in una partita combattuttissima. Archiviata la sconfitta ecco arrivare in casa un magro pareggio. 1-1 contro lAtlas, lultima della classe, con rete di Borchetta. La prima vittoria del 2014 avvenuta quindi fuori casa contro la Diminca Potenter. Gnoli con una doppietta ha regalato ai suoi tre punti importanti su un campo difficilissimo. Passeggiata la domenica successiva in casa contro il Manchester Trenno, dove gli uomini di mister Mella si sono imposti per 6-3. A segno Parini, Cassani, Michelazzi, Menescardi, Jefferson e Porta. Un avvio dunque difficoltoso che ha portato comunque la Virtus a rinsaldare il secondo posto con cui aveva chiuso il girone dandata. In questultima domenica di fine febbraio la Virtus si trovata davanti allUsmate. Squadra battuta allandata fra le polemiche. Una partita davvero emozionante come non se ne vedevano da tempo. Lultima simile credo sia stata quella contro il Santo Stefano Ticino lanno scorso con il rigore parato al 97. Veniamo alla cronaca della partita.

VIRTUS SEDRIANO 4-2 AGS USMATE

1Tempo : 27' Parini

Mister Mella in emergenza schiera una virtus inedita nell11 iniziale. Classico 4-4-2. Scaglione in porta. Difesa con Borchetta, Redaelli, Armando e Michelazzi. Centrocampo di qualit con Parini, Menescardi, Cassani e Jefferson. In attacco Lucio e Tomba. La Virtus inizia bene facendo girare palla e con due incursioni molto pericolose. Dopo i 5 minuti iniziali per gli avversari guadagnano campo e trovano vita facile nelle larghe maglie della difesa virtussina. Michelazzi si perde la punta su una rimessa laterale che entra in area di rigore e con un preciso piattone insacca il gol del 1-0. Virtus sotto e in panico, ma che trova subito il gol del pareggio grazie ad uno scambio Cassani-Parini. Parini bravo ad incunearsi in area di rigore e a tu per tu con il portiere non sbaglia e sigla l1-1. Raggiunto il pareggio la virtus si siede e finisce di nuovo sotto. In difesa pasticciano ancora e l11 avversario bravissimo a infilarsi e a depositare in rete il pi facile del gol. Virtus sotto 2-1. Prima dello scadere la virtus sfiora il pareggio in due occasioni, ma si va a riposo con i biancorossi sotto

2Tempo : 59 61 63 L. Oliverio

Il secondo tempo tutto biancorosso. Un vero e proprio assedio con diverse occasioni da goal non concluse nel giusto modo. Avversari che si affidano solo ai lanci lunghi e a ripartenze che non vanno quasi mai a buon fine. Tomba, Parini e Lucio si divorano occasioni una dietro laltra. Siamo quasi allo scadere quando succede limpossibile. Larbitro comanda 4 minuti di recupero e sullazione successiva Lucio addomestica in area una palla pazza e in acrobazia sigla il goal del pareggio. Palla al centro e 2-2 al 60. La Virtus spinge e vuole vincere, sono troppo importanti i tre punti. Mamo si incunea a centrocampo e mette in mezzo una parabola insidiosissima. Lucio si ritrova il pallone sulla testa e al 61 fa esplodere il Bennet Stadium con il goal del vantaggio. In due minuti la Virtus si ritrova da 1-2 a 3-2, ma non finita qui. Gli avversari si buttano in avanti alla ricerca del disperato pareggio. Su un contropiede Morasso lotta in mezzo allarea di rigore e serve a Lucio la palla del clamoroso 4-2. I tre punti vanno cosi alla Virtus che non ha mai smesso di crederci anche quando tutto sembrava finito. Mattatore del match Lucio che porta a casa il pallone della partita. Il calcio proprio strano. Un minuto prima stai soffrendo perch tutti gli sforzi sembrano essere vani. Due minuti dopo accade linenarrabile. Ultime due partite di queste stagione. Con il secondo posto la Virtus verrebbe promossa in OPEN A. Dipende solo da noi. Buona settimana a tutti.



COMMENTA L'ARTICOLO


COMMENTI