Vittoria per 2-1 contro l'Usob. In corsa per le fasi finali.


Di Stefano Tomba 12-05-2014 1432 2

Al Sedriano Stadium in onda la 5 puntata del campionato CSI primaverile che vede scontrarsi in un derby molto sentito la Virtus Sedriano e USOB Bareggio. I padroni di casa in netta ripresa vengono da due vittorie consecutive mentre gli ospiti, ultimi in classifica, hanno collezionato finora solo sconfitte. La Virtus si presenta in campo con lormai collaudato 4-4-2 che vede schierato in porta Scaglia; in difesa Camponi, Oliverio Armando, Redaelli e Rampoldi; a centrocampo Borchetta e Tomba con lappoggio sugli esterni di Parini e Jefferson; in attacco la Coppia con la C maiuscola Gnoli e Oliverio Luciano. In panchina a far compagnia al pier siedono Morasso, Piazza, Michelazzi, Lazzarini e Menescardi.

Fischio dinizio: partita molto combattuta fin dalle prime battute di gioco, la squadra ospite non si d affatto per vinta nonostante il divario in classifica e crea fin da subito molti problemi. La Virtus daltro canto soffre in maniera particolare a centrocampo dove difficilmente riesce a recuperare un pallone, soprattutto nei contrasti aerei. Tuttaltra storia invece in fase di impostazione dove i biancorossi fanno valere la tecnica sia a centrocampo che in attacco e infatti riesce ad uscire bene dal pressing avversario fornendo buoni palloni sia agli esterni che alle punte. LUSOB a met primo tempo si fa pericolosa colpendo una traversa e successivamente in altre occasioni dove Scaglia reagisce prontamente.La Virtus a questo punto si sveglia e inizia un'altra partita. Dopo qualche tiro da fuori mal indirizzato, Jefferson si divora un goal a tu per tu con il portiere avversario. Succesivamente Tomba serve efficacemente Gnoli che conclude benissimo ma la palla non vuole entrare. Ne segue infatti una pazzesca carambola nellarea piccola avversaria dove l'Usob riesce a salvarsi grazie al palo e alla traversa. La Virtus termina in attacco la prima frazione di gara.

La ripresa, con il punteggio sullo 0-0 e con Michelazzi al posto di Redaelli, sembra la fotocopia del primo tempo: la Virtus crea ma spreca, lUSOB resiste e riparte. Passano i minuti e il ritmo cala, anche a causa della stanchezza che inizia ad affiorare quindi le azioni degne di nota iniziano a diventare meno numerose. Siamo a met del secondo tempo quando Luciano parte sulla fascia, si appresta ad entrare in area per scoccare la sua tipica stilettata ma pur di salvare la pelle nel prossimo allenamento cede la palla a Gnoli che si carica la responsabilit di concludere a rete dal limite dellarea. 1-0 per i padroni di casa. Trascorrono pochi minuti ed escono Camponi e Tomba lasciando spazio a Morasso e Menescardi, il quale torna in campo pur soffrendo di un infortunio al piede. Nel frattempo la difesa biancorossa si distrae e lattaccante avversario conclude a rete realizzando l1-1. La Virtus si dispone a trazione anteriore con il 3-4-3. La scelta del Pier viene premiata e poco dopo Lucianino mette la palla in porta dopo unaltra carambola in area. 2-1! Mancano pochi minuti. Scaglia salva molteplici volte il risultato e finalmente larbitro fischia la fine. La Virtus si aggiudica i 3 punti soffrendo ma battendo con un goal di scarto lUSOB e con una prestazione nettamente sotto tono. Il sunto della partita pu essere una frase passata alla storia: Vincere non importante, ma lunica cosa che conta (Gianpiero Boniperti). Bravi ragazzi, avanti cos, la meta non cos lontana! Con due vittorie nelle ultime due gare le fasi finali non sono poi cosi lontane. Domenica prossima gara importantissima contro il Nabor.



COMMENTA L'ARTICOLO


COMMENTI
    Commenti:
  • Profile Avatar

    *BENNET STADIUM!

  • a
    Profile Avatar

    prova